Chi Siamo

Quelli della Media Valle del Serchio e della Garfagnana sono dei territori magici, ricchi di storia, di cultura, di arte e di attrazioni naturalistiche, storiche ed architettoniche di massimo pregio.
Si tratta di un territorio perlopiù collinare e montuoso che si snoda lungo le rive del fiume Serchio e che appartiene alla Provincia di Lucca: nel complesso è un’area dal grande interesse naturalistico dato dall’alta varietà di laghi, parchi, di fauna e di flora.
Ma soprattutto, per me che qui sono nato e cresciuto, sono i territori ed i luoghi della mia infanzia e della mia adolescenza: sono i luoghi dei miei ricordi, dei giochi con gli amici, delle gite e delle scampagnate in famiglia, sono i posti dove correvo con i miei fratelli, dove tiravo i primi calci al pallone con mio papà o devo facevo il bagno con la mia mamma e mia nonna presso i famosi bagni termali di Lucca, da qui poco distanti.
Dai ricordi della mia vita e dalla voglia di trasmettere anche ad altri l’amore per questi luoghi e la curiosità ed il desiderio di visitarli nasce per l’appunto questo blog personale.
Il mio obiettivo e la mia speranza è di spingere anche altre persone ed altre famiglie a partire alla scoperta di questa zona che, anche se non molto famosa e rinomata, è un luogo di pace e serenità come pochi ed è, a mio avviso, uno dei posti più belli della splendida Regione della Toscana. Proprio per questo tutta la zona ha una forte vocazione turistica.
Non a caso queste zone erano note sin dagli antichi Romani per le numerose stazioni termali naturali. I Bagni di Lucca, ancora attivi, sono la testimonianza della ricchezza termale di queste aree e sono considerati una delle più importanti sorgenti termali d’Europa. Addirittura Paolina Bonaparte, sorella del più celebre fratello Napoleone, era un’assidua frequentatrice di questi Bagni e una delle due grotte naturali è detta appunto “Paolina” in ricordo della storica principessa.
Oltre alla zone termale, altro luogo della mia infanzia dove spesso venivo con i miei fratelli è quella della  Riserva Naturale dell’Orrido di Botri, nelle adiacenze dell’antico borgo di Montefegatesi, anche esso meritevole di una gita. Nella Riserva naturale dell’Orrido di Botri si trova una maestosa gola rocciosa di origine calcarea, creata dalla forza erosiva del fiume Pelago: si tratta di uno scenario naturale davvero mozzafiato la cui imponenza e spettacolarità è difficile da trasmette con semplici parole. Ricordo ancora la prima volta che feci un’escursione qui con la mia famiglia: l’odore dell’umidità dell’acqua, i colori vividi delle rocce scavate ed erose, il verde circostante ed il senso di vertigine nel guardare in basso sono ancora vivi e vividi nella mia mente, proprio come fosse ieri.download

Ma chi alla natura preferisce le meraviglie dell’arte, della storia e dell’architettura, allora in questo blog potrà trovare altri consigli e suggerimenti su mete altrettanto interessanti da visitare, come, ad esempio, la Linea Gotica realizzata a Borgo a Mozzano, una fortificazione che risale al 1913 e il 1914 e che venne edificata dai tedeschi. Altra costruzione da vedere è quella del Ponte della Maddalena, detto anche Ponte “del Diavolo” perché un’antica leggenda narra che fu Lucifero in persona ad intervenire per completare l’opera.
Nel corso del blog vi parlerò anche di Barga, terra d’adozione di Giovanni Pascoli, dei numerosi eremi e santuari della zona, delle rocche, delle fortezze e dei bellissimi parchi naturali che conservano al loro interno alcuni esemplari davvero unici di flora e fauna.
Tutto è dunque pronto per partire insieme in questo viaggio nel cuore della Toscana.